giugno: 2017
L M M G V S D
« apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Pietro IV Candiano

Il 22° doge 959-976

Fuggito dai territori veneziani con un pugno di seguaci, ottenne l’aiuto di Berengario nel suo progetto di conquista di Venezia che realizzò in armi destituendo il padre e autonominandosi doge. Con l’abolizione della schiavitù in funzione anti bizantina e il matrimonio con la nobile Waldrada, figlia del duca di Spoleto e sorella del marchese di Toscana, forte dell’interessato consenso dell’imperatore Ottone I, spostò l’asse della politica estera veneziana da Bisanzio alla terraferma. La sua peculiare visione conseguì sì la sovranità sui tutte le proprietà ecclesiastiche in terra veneziana a scapito però di un’impopolare aumento della tassazione, alla necessità di una guardia personale mercenaria a tutela della propria persona e alla inimicizia di Bisanzio. Così, quando il suo protettore Ottone I, morì, i veneti diedero l’assalto al palazzo ducale che non esitarono a incendiare pur di stanare il doge. Quel giorno bruciò mezza Venezia, doge e figlio furono trucidati e gettati con noncuranza nel mattatoio pubblico.

Lascia un Commento