luglio: 2017
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Ordelaf Falier

Il 34° doge 1102-1118

Figlio del doge Vitale Falier, Ordelaf fu eletto al soglio dogale nella primavera del 1102. Fin dall’inizio il suo fu un dogato estremamente tribolato. Anzitutto, le calamità naturali: incendi, terremoti e una furiosa mareggiata che rase al suolo Malamocco.

Ancor più grave per Venezia erano le ambizioni ungheresi sulla Dalmazia. Come non bastasse, Venezia pativa uno stillicidio di scontri nell’entroterra veneto. Oltre a ciò, lontano dalla laguna ma nel cuore degli interessi veneziani, i Normanni mettevano a rischio gli interessi del leone marciano, andando all’attacco dell’Impero bizantino.

Falier, doge guerriero, riesce, senza trascurare il ruolo veneziano nelle spedizioni crociate in Terrasanta, ad accorrere alla richiesta d’aiuto dell’imperatore Alessio I e a sconfigge il normanno Boemondo. Sempre in politica estera, il doge migliora anche i rapporti tra la repubblica di San Marco e l’Imperatore del Sacro Romano Impero Enrico V e punta a rafforzare il potenziale militare di Venezia dando vita  all’Arsenale organizzandosi per riprendersi la Dalmazia.

Nel contempo, per Venezia la Dalmazia è rimasta una ferita aperta.

Il re magiaro Colomanno si è annesso la Croazia e rastrella tutte le postazioni veneziane tra Spalato e Zara.

Sistemati i conti con Normanni e vicini di terraferma, Falier, a partire dal 1115 si mette alla guida della flotta veneta che mira alla riconquista della Dalmazia.

Falier miete successi, riconquista una a una le città venete in terra dalmata. Al volgere finale della guerra però, Falier viene ucciso a Zara, durante uno degli scontri con i magiari e lle città dalmate appena conquistate ricadono nuovamente in mano ungherese.

 

Lascia un Commento