marzo: 2017
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Investire nell’arte contemporanea

Il mercato italiano dell’arte contemporanea nel 2009 ha subito una consistente riduzione di fatturato che si è però accompagnata ad una sostanziale tenuta dei prezzi. Anche in piena crisi, si è confermata l’efficacia dell’investimento nel settore, all’interno di una strategia di diversificazione degli investimenti. Da questo punto di vista, l’arte può rappresentare un valido bene rifugio in tempi turbolenti. Certo è che le motivazioni che stanno dietro un investimento in arte sono spesso di natura simbolica e sociale. Ciò in considerazione del fatto che nulla più dell’arte consente di accedere a un particolare mondo fatto di cerchie di “pari per affinità estetiche”.  Legami impalpabili e intimi che seducono anche gli incalliti collezionisti che raramente comperano prescindendo dai loro gusti personali.  Se poi si riesce a scovare l’artista emergente non ancora fagocitato dalla macchina dell’iper-valutazione……

Lascia un Commento