maggio: 2017
L M M G V S D
« apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Il X° Doge Angelo Partecipazio, 811 – 827


Il 10° Doge.

Ricco e potente, Angelo Partecipazio aveva accumulato possedimenti terreni e commerciali in quantità considerevoli. Trasferitosi a Rivoalto da Eraclea era impegnato come tribuno nella vita politica veneziana. Dopo il conflitto vinto dal piccolo stato dogale contro il re franco Pipino, Carlomagno aveva rinunciato alle sue pretese sui territori del ducato e i legami tra la città sull’acqua e Bisanzio andarono rafforzandosi in parallelo con il conseguente indebolimento del Doge filo-franco Obelerio. E’ in questo quadro che matura la deposizione di Obelerio e l’elezione a doge di Angelo Pancrazio. I veneziani avevano vinto la guerra ma erano ormai ridotti in rovina e il nuovo doge avvio si inventa subito subito un piano di sviluppo per la città di Rivoalto dando il via alla costituzione della città di Venezia così come la conosciamo ancora oggi. Crea uffici per il governo del territorio, per la bonifica e l’urbanistica. Partecipazio ricostruisce Torcello, Burano e Eraclea. Sorge il nuovo Palazzo Ducale e viene coniata la prima moneta veneziana. Partecipazio non smette di ricercare però anche benefici per la propria famiglia e allo scopo cerca di rendere ereditaria la carica dogale. La manovra gli riesce, pur ridimensionata dall’affiancamento di 2 tribuni. Navigò abilmente tra inevitabili discordie e rimediò in tempo alle trame ordite contro di lui dal solito patriarca di Grado Fortunato. Finì i suoi giorni per morte naturale nell’827 e fu sepolto nella cappella dell’abbazia di Sant’Ilario.

 

info > alandjo2014@gmail.com

Italian Art Design Network

AL & JO

Lascia un Commento