marzo: 2017
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Domenico Michiel

Il 35° doge 1118 – 1130

Nella primavera del 1118, nonostante la co-reggenza fosse stata abolita da tempo e il nepotismo fosse stato combattuto con forza, l’assemblea elesse al soglio dogale un esponente di un’altra delle 12 famiglie apostoliche: Domenico Michiel.

Richiesto da re Baldovino, assediato in Terrasanta, il Michiel allestì una flotta e nel 1123 giunse a Gerusalemme dopo uno cruento ma vittorioso scontro navale con la flotta egiziana.

Crociati e veneziani liberarono quindi Tiro. Invitato dai crociati di diventare re di Gerusalemme, in sostituzione di Baldovino II, fatto prigioniero dagli Ortoqidi, il Michiel declinò l’offerta rivolgendo i suoi interessi verso Bisanzio.

Del resto la repubblica veneta aveva già ottenuto di poter fondare colonie veneziane lungo le coste libere da tassazioni ed era l’imperatore d’oriente che metteva in difficoltà la preminenza veneziana negando i tradizionali privilegi accordati con la bolla d’oro. Domenico Michiel fu duro e temerario saccheggiando in sequenza i più importanti porti delle isole greche e,riconquistando la Dalmazia occupata dagli ungheresi del re Stefano II.

L’imperatore Colojanni ripristinò subito i privilegi goduti dai commercianti veneziani nelle terre dell’impero e Michiel poté rientrare trionfalmente a Venezia. 4 anni più tardi morì, pochi giorni dopo aver abdicato.

Lascia un Commento