marzo: 2017
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Crivelli il perfetto

Carlo Crivelli (Venezia 1430 circa  - Ascoli 1495 circa).
Acquisisce la passione per l’arte dal padre pittore e costruisce la sua formazione gravitando intorno alla bottega dei Vivarini e al laboratorio padovano dello Squarcione negli stessi anni in cui vi lavorava anche il Mantegna. Creativo ostinato dal temperamento inquieto e forte di un ampio bagaglio di conoscenze artigiane, Crivelli compie un percorso artistico estremamente originale all’insegna di un costante perfezionamento. Nella sua opera compie un un mixaggio raffinatissimo tra i nuovi stilemi rinascimentali e un sontuoso gusto decorativo dalle venature tardo-gotiche. La storia dell’arte marchigiana si intreccia profondamente con l’arte del veneziano Carlo Crivelli, tanta fu l’influenza che l’artista esercitò nei coevi pittori marchigiani indicati come crivelleschi. La marginalità delle Marche rispetto alle più importanti vicende storiche, fece sì che, come in seguito capitò anche a Lorenzo Lotto, Crivelli venisse a lungo ignorato dalla storiografia artistica. Non di meno, se l’arte a Venezia deve moltissimo al grande marchigiano Gentile da Fabriano, l’arte marchigiana dovette moltissimo al veneto Carlo Crivelli.

 

 


Lascia un Commento